Dalla Giurisprudenza · 11. maggio 2021
Con una recente sentenza, pubblicata il 30 marzo 2021, la Corte di Cassazione ha affermato che la stampa degli screenshot ha valore probatorio documentale liberamente apprezzabile dal giudice. La Corte, richiamando un’ordinanza emessa il 10 febbraio 2021 dalla Sezione Settima penale, ha escluso alcun divieto di produrre in giudizio copie di schermate telematiche prive di certificazione: in altri termini, lo screenshot è prova senza necessità di alcuna conformità, come già affermato dalle...
Potrebbe coinvolgere le politiche di vaccinazione obbligatoria anti Covid la sentenza n. 116/2021 emessa - con straordinario tempismo - dalla Corte europea dei diritti dell'uomo lo scorso 8 aprile. Pronunciandosi su un ricorso di alcune famiglie ceche contro le sanzioni applicate dalle autorità per aver violato l’obbligo vaccinale deciso dallo Stato, la Corte EDU ha escluso che la previsione della vaccinazione infantile obbligatoria imposta dalle autorità fosse contraria all’art. 8 della...
Dalla Giurisprudenza · 13. aprile 2021
La Corte d'Appello di Bari, con la sentenza n. 1890/2020 pubblicata il 3/11/2020, ha affermato che il regime di capitalizzazione composto degli interessi, non dichiarato in contratto, ma risultante solo dal piano di ammortamento, rende l'oggetto del contratto indeterminato,con conseguente nullità della clausola e sostituzione del tasso ultralegale applicato. Si legge in sentenza "mentre in un regime di capitalizzazione semplice il TAN può rappresentare una corretta misura del costo del...
Il pm di Milano Grazia Colacicco ha chiesto il rinvio a giudizio per 105 persone e 5 società, tra cui Banco Bpm, Unicredit, Mps e Banca Aletti, per la presunta maxi truffa sull'acquisto di diamanti a prezzi gonfiati, con profitti illeciti per cinquecento milioni di euro, ai danni di migliaia di investitori. L’inchiesta riguarda i fatti avvenuti tra il 2012 e il 2016 ed è nata in seguito alle numerose proteste di utenti che non erano riusciti a rivendere i diamanti a un prezzo vicino a...
Il tema delle fideiussioni bancarie omnibus è stato affrontato dall’ordinanza n. 29810/2017 della Corte di Cassazione, che ha recepito il provvedimento di Banca D’Italia n. 55/2005, che aveva asseverato la potenziale lesività alla concorrenza derivante dall’utilizzo dello schema tipo predisposto dall’ABI e rappresentato nei contratti di fideiussione generalmente impiegati dalle Banche. La Banca d’Italia aveva ravvisato, infatti, che alcuni articoli contenuti nello schema...
La Cassazione ha respinto il ricorso di un sindaco lombardo, contrario alla sentenza della Corte di Appello di Milano, che nel 2017 aveva approvato il riconoscimento dell’adozione di un bambino di circa dieci anni da parte dei due padri sposati a New York. I giudici hanno convalidato la trascrizione, all’anagrafe italiana, dell’adozione avvenuta negli Stati Uniti. Secondo la Cassazione, «non contrasta con i principi di ordine pubblico internazionale il riconoscimento degli effetti di un...
Riconosciuta la genitorialità ad una coppia gay di Bari
La Corte d'Appello di Bari accoglie il ricorso di una coppia gay che aveva richiesto che nell'atto di nascita dei figli figurasse anche il nome del padre intenzionale.
Dalla Giurisprudenza · 01. aprile 2021
Dopo una recente ordinanza del Tribunale di Palmi, che stabilisce il rispetto della bigenitorialità nei casi di affido di un minore, pochi giorni fa è stata emessa dal Tribunale di Patti un provvedimento a dir poco innovativo, che corregge un precedente decreto e dispone il mantenimento diretto di un bambino di sei anni, affidato ad entrambi i genitori con frequentazione pressoché paritetica. Stabilisce l’ordinanza: “Considerato che il minore, seppur domiciliato presso la madre,...
Dalla Giurisprudenza · 01. aprile 2021
Gli ultrasettantenni condannati a una pena detentiva potranno essere ammessi ai domiciliari anche se dichiarati recidivi. Cade dunque la preclusione assoluta stabilita nei loro confronti dall'ordinamento penitenziario. La magistratura di sorveglianza dovrà valutare caso per caso se il condannato sia in concreto meritevole di accedere a questa particolare misura alternativa alla detenzione, tenuto conto anche della sua eventuale residua pericolosità sociale. A stabilirlo è stata la la Corte...
Le norme emanate dal Ministro dell'Interno dimostrano il grande spirito di sacrificio del popolo marocchino.

Mostra altro